Entro il 30 settembre 2021 gli utilizzatori di ecografi dovranno compilare una domanda di ammissione attività che include un corso di disinfezione degli ecografi.

MED 2000 srl è tra i soggetti autorizzati a questo genere di attività formativa. Inoltre questa sarà una occasione per proporre e valutare le “Verifiche di Sicurezza” rese già obbligatorie da precedenti comunicati e disposizioni.

Di seguito i riferimenti normativi: https://www.regione.toscana.it/-/adeguamento-ai-requisiti-di-autorizzazione-e-accreditamento


Adeguamento ai requisiti di autorizzazione e accreditamento 

Entro il 30 settembre 2021, le strutture pubbliche e private e gli studi professionali, devono adeguare i propri requisiti di autorizzazione all’esercizio e quelli aziendali dell’ accreditamento, a seguito delle modifiche, introdotte dal Dpgr.90/R del 16 settembre 2020, al Regolamento 79/R del 17 novembre 2016.
Di seguito sono riportate le indicazioni per provvedere a tali adempimenti, con le specifiche  per ogni tipologia di stuttura o studio e per attività svolta. 


Adeguamento ai requisiti di autorizzazione

1) Gli studi autorizzati o in possesso di Dichiarazione Inizio Attività (DIA) o di Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) e le strutture sanitarie in possesso di autorizzazione, dovranno presentare il modello relativo all’adeguamento ai nuovi requisiti (modello 8) al Comune presso cui ha sede lo studio o la struttura, tramite il portale telematico STAR►►
Per poter compilare il modello 8 è necessario autenticarsi sul portale STAR e selezionare il  Comune in cui ha sede lo studio o la struttura e seguire i passaggi fino alla conclusione della procedura.

Inoltre:

Le Strutture sanitarie e gli Studi che al momento dell’entrata in vigore delle modifiche al Regolamento utilizzavano componenti autologhi per uso non trasfusionale (EuNT) dovranno allegare anche la relativa lista di autovalutazione: 

  • lista B per le strutture
  • lista STUS per gli studi soggetti a SCIA
  • lista STUA per gli studi soggetti ad autorizzazione

Le Strutture sanitarie che al momento dell’entrata in vigore delle modifiche al Regolamento erogavano prestazioni di radiologia interventistica o di medicina iperbarica dovranno allegare anche le relative liste di autovalutazione:

  • radiologia interventistica (liste B1.2, B1.7, C4) in base al setting di erogazione
  • medicina iperbarica (lista B1.15)

Per l’adeguamento ai nuovi requisiti non sono previsti oneri da pagare.

2) Gli studi medici che erogano visite o diagnostica strumentale non invasiva complementare all’attività clinica (ex attività libera), sono soggetti a segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) semplificata.
Questi Studi dovranno presentare la SCIA al Comune presso cui ha sede lo studio o la struttura, tramite il portale telematico STAR►►
Gli oneri previsti per la presentazione della Scia ammontano a euro 300

3) Gli Studi associati e le società tra professionisti di altre professioni sanitarie, dovranno presentare la segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) nel caso non intendano richiedere l’accreditamento istituzionale, mentre dovranno presentare domanda di autorizzazione per studio autorizzato nel caso intendano richiederlo.
La SCIA o la richiesta di autorizzazione per studio autorizzato, devono essere presentati al Comune presso cui ha sede lo studio o la società, tramite portale telematico STAR►►.
Gli oneri previsti per la presentazione della SCIA ammontano a euro 300, mentre per la richiesta di autorizzazione per studio autorizzato ammontano a euro 400.


Adeguamento ai requisiti aziendali dell’accreditamento

Per quanto riguarda l’accreditamento istituzionale il Regolamento ha introdotto il raggiungimento della minima percentuale del 70 per cento anche per i requisiti aziendali contenuti nell’Allegato D. 

Le strutture sanitarie accreditate dovranno trasmettere la lista di autovalutazione dei requisiti aziendalicontenuti nell’Allegato D, accompagnata da una nota di trasmissione contenente i dati della struttura e la percentuale raggiunta.
La nota e la lista dovranno essere trasmesse tramite pec all’indirizzo  regionetoscana@postacert.toscana.it con in oggetto: “L.R. 51/09 – adeguamento requisiti accreditamento istituzionale”.
Per l’adeguamento ai nuovi requisiti non sono previsti oneri da pagare.
 Aggiornato al:27.08.2021Article ID:71708479


Mindray lancia nuovi e rivoluzionari prodotti nel mercato per sistemi di anestesia di alta fascia

Mindray (SZSE: 300760), una società leader a livello mondiale nello sviluppo di tecnologie sanitarie innovative, il 15 ottobre organizza un evento di lancio virtuale per presentare i suoi nuovissimi sistemi per anestesia A9 A8, ora disponibili in Europa e in altre regioni selezionate. Questo evento segna l’ingresso di Mindray come attore chiave nel mercato delle macchine per anestesia di fascia alta. Fare clic qui per guardare l’evento. 

“Mindray si impegna costantemente nel miglioramento dei risultati e la sicurezza a tutto tondo rivolta a pazienti, medici e ambiente. Riteniamo che questi nuovi sistemi ne siano una chiara testimonianza”. ha dichiarato Ralph Zhao, Direttore generale vendite e marketing, Patient Monitoring and Life Support, Mindray. “I nuovi sistemi di Mindray vantano tecnologie all’avanguardia che soddisfano le esigenze dei medici durante l’intero periodo perioperatorio, consentendo loro di somministrare un’anestesia accurata, stabile e sicura ai pazienti e riducendo nel contempo al minimo i rischi di errore umano, il carico di lavoro e l’impatto ambientale dalla sala operatoria.”

I nuovi sistemi di anestesia di Mindray consentono agli anestesisti di garantire la sicurezza completa dei pazienti durante tutto il periodo perioperatorio, dall’induzione al recupero. Grazie all’uso dell’ossigeno terapia ad alto flusso con cannula nasale (HFNC), i nuovi sistemi di Mindray estendono il tempo sicuro di apnea da 8 a 30 minuti, aiutando i medici a intubare più facilmente.

I nuovi sistemi dispongono inoltre della funzione di Anestesia automatica controllata (ACA), una tecnologia di assistenza pionieristica che regola automaticamente le impostazioni del gas fresco e del vaporizzatore per raggiungere rapidamente la concentrazione desiderata e preimpostata di alogenato di fine espirazione e la frazione di ossigeno inspiratoria, garantendo così livelli accurati e stabili di anestesia. Questa tecnologia aiuta a ridurre sia il carico di lavoro dei medici che nel contempo i costi, grazie a un minor consumo di gas e di agenti impiegati per il caso.

Per migliorare la sicurezza e per proteggere il sistema respiratorio del paziente durante tutto il periodo perioperatorio. i nuovi sistemi di Mindray sono dotati di tecnologie di ventilazione di livello e qualità tipiche dei ventilatori da terapia intensiva. Entrambi i sistemi includono uno scambiatore di volume, un sistema innovativo che garantisce una ventilazione precisa e affidabile con tempi rapidi di wash-in e wash-out. Inoltre, per ridurre l’incidenza delle complicanze post-operatorie, Mindray ha integrato potenti strumenti per una ventilazione protettiva come il monitoraggio della pressione transpolmonare. Per creare una sala operatoria più ecologica, durante l’intervento chirurgico il sistema A9 si avvale di strategie per la riduzione del consumo dei gas. Gli strumenti di supporto alla decisione clinica, come l’ottimizzatore, la misurazione AA e la previsione AA, aiutano i medici a stabilire il flusso di gas più efficiente per ridurre gli sprechi. L’unità è inoltre dotata di un sistema e-AGSS che monitora la portata di evacuazione dei gas di scarico e segnala anomalie, oltre a entrare in stand-by per ridurre il consumo di energia.

Basandosi sulla conoscenza approfondita del flusso del lavoro clinico della sala operatoria, le nuove interfacce utente sono state progettate per essere estremamente intuitive e ridurre il carico di lavoro degli anestesisti impegnati e stressati. Un touch-screen capacitivo da 18,5″ con rotazione di 360 gradi offre un’interfaccia immediata avente sino a 10 profili personalizzabili per diversi scenari clinici o requisiti d’uso. Il test di controllo pre uso che garantisce il corretto funzionamento del sistema, è completamente automatico, programmabile secondo necessità, e dotato di visualizzazione grafica degli errori che facilità la risoluzione degli stessi.

Inoltre, le macchine possono essere collegate fisicamente a molti altri dispositivi Mindray così da creare una stazione di lavoro per anestesia altamente integrata. L’unità può inoltre connettersi senza problemi a più sistemi informativi ospedalieri grazie alla soluzione di integrazione flessibile di Mindray, in modo che gli operatori sanitari possano verificare lo stato di un paziente ovunque e in qualsiasi momento.

Per saperne di più: 
A9: https://www.mindray.com/it/product/a9.html
A8: https://www.mindray.com/it/product/a8.html

Mindray lancia la nuova linea Point-of-Care TE7 ACE per diagnosi più affidabili

Mindray Medical (SZSE: 300760), fornitore leader di mercato di dispositivi e soluzioni medicali, annuncia il lancio del suo nuovo sistema a ultrasuoni Point-of-Care,TE7 ACE. TE7 ACE. Questo nuovo sistema a ultrasuoni touchscreen fornisce soluzioni mirate per diversi scenari point-of-care, tra cui anestesia, cure intensive ed emergenza.

Smart VTI indica la risposta volemica in cinque secondi
Grazie a strumenti di controllo “smart” del carico volemico, di kit per l’utilizzo sicuro di aghi, di connettività dei dati omogenea e alla possibilità di essere completamente disinfettato, TE7 ACE aiuta i medici ad affrontare le diagnosi più complicate e a prendere decisioni più rapide.

“Una volta individuate le sfide cliniche, Mindray ha sviluppato questa soluzione per offrire ai medici uno strumento che consentisse loro di concentrarsi maggiormente sulla cura del paziente”, ha affermato Xujin He, General Manager della Business unit che si occupa dei sistemi di imaging medicale presso Mindray.

Se parliamo della gestione dei fluidi corporei del paziente, una valutazione rapida può aiutare a individuare con prontezza il piano terapeutico con i liquidi da somministrare e salvare, di conseguenza, la vita del paziente. Basati su algoritmi di apprendimento automatico, gli strumenti di misurazione dei fluidi avanzati clinicamente testati di TE7 ACE consentono di accelerare le valutazioni dei pazienti in modo accurato ed efficiente:

· Smart VTI: calcola automaticamente l’integrale velocità-tempo, la gittata cardiaca e la variazione del volume della gittata sistolica. Il grafico di andamento offre un tracciamento efficiente e un supporto nella terapia dei liquidi da somministrare.

· Smart IVC: traccia automaticamente la variazione del diametro IVC e calcola l’indice di collassabilità o l’indice di distensibilità e la variazione IVC, offre supporto durante la valutazione della reattività e dello stato volemico.

· Smart B-line: calcola automaticamente il numero, la percentuale e la distanza delle linee B. Fornisce un’esclusiva mappa punteggio visiva per una valutazione complessiva intuitiva del liquido nei polmoni, fornendo un supporto nell’infusione dei liquidi e nella prevenzione di edemi polmonari.

Al fine di garantire una guida sicura, semplice e comoda per gli strumenti che utilizzano gli aghi, la nuova sonda L12-3VNs con 3 pulsanti programmabili, racchiude eSpacial NaviTM e controllo a distanza in un’unica soluzione, in modo da consentire ai medici di inserire l’ago senza toccare il sistema. 

La soluzione di connettività eGateway consente inoltre a TE7 ACE di essere integrato in tutta semplicità nella rete ospedaliera già esistente, incorporando i dati clinici del paziente raccolti dall’apparecchiatura a ultrasuoni e dai monitor paziente, per garantire decisioni mediche più informate. Il processo, efficiente e completamente telematico, migliora la produttività riducendo il rischio di errori di trascrizione.

Annuncio della costruzione del centro di ricerca e sviluppo, il principale investimento di Mindray

La costruzione del Mindray Wuhan Center, per cui è previsto un investimento totale di 4,5 miliardi di RMB, è stata annunciata ufficialmente presso la Wuhan East Lake High-Tech Development Zone (conosciuta anche come Optics Valley) il 20 giugno 2020.

Il piano prevede due progetti principali: il Wuhan Research Institute ed il Wuhan Manufacturing Center. La superficie totale netta è di circa 18 ettari e la superficie totale di costruzione è di circa 620.000 metri quadrati. Una volta terminati, il Wuhan Research Institute e il Wuhan Manufacturing Center diventeranno il secondo più grande centro di ricerca e sviluppo di Mindray per dimensioni.

Discorso di Cheng Minghe, presidente di Mindray
La cerimonia è stata presenziata da Li Xiting, presidente del consiglio di amministrazione di Mindray, Cheng Minghe, presidente di Mindray, e Li Zaiwen, vicepresidente senior di Mindray, oltre che dal vicepresidente e dal general manager del Wuhan Research Institute Huang Haitao e dal vicepresidente esecutivo Liu Laiping. Erano presenti anche il leader di partito Wang Zhonglin e il sindaco di Wuhan Zhou Xianwang.

I lavori di costruzione sono attualmente in corso
“L’implementazione del Mindray Wuhan Center riunisce le filiere industriali upstream e downstream, aiutando Wuhan a costruire un cluster del settore dei dispositivi medicali e biomedicali ed accelerando la promozione dello sviluppo nel settore Big Health”, ha affermato Mr. Zhou, il sindaco della città.

Il Mindray Wuhan Research Institute si trova nella High-Tech Medical Devices Zone, Optics Valley Biolake. L’istituto comprende cinque sezioni, un centro R&S per biomateriali, un centro R&S per attrezzature chirurgiche, un centro R&S per la tecnologia “Big Health”, un centro di assistenza globale e un centro di trasformazione della tecnologia ingegneristica. Si prevede che il nuovo centro di ricerca e sviluppo globale di Mindray conterà entro cinque anni uno staff di 2.000 membri, tra cui 1.200 addetti a ricerca e sviluppo di alto livello, per consentire a Mindray di intraprendere un nuovo viaggio nell’esplorazione scientifica.

Mindray si impegna a mettere la salute a portata di mano
Situato nella Jiulong Industrial Base della Optics Valley Biolake, il Mindray Wuhan Manufacturing Center è stato progettato per offrire centri di produzione per le attrezzature e centri di ingegneria per chirurgia ortopedica (robot chirurgici), mininvasiva e “Big Health”, un centro di produzione di reagenti, un centro di preparazione delle materie prime biologiche e strutture di assistenza. Quando la base funzionerà a pieno regime, è prevista una produzione industriale di valore non inferiore ai 3 miliardi di RMB.

Una volta completato, il Mindray Wuhan Center diventerà un punto di riferimento in Cina in materia di ricerca e sviluppo, operazioni e produzioni di sistemi di attrezzature mediche, materie prime biologiche, componenti di base e altro ancora. Prendendo l’innovazione indipendente come punto di forza, Mindray costruirà un sito atto al supporto dello sviluppo della tecnologia in materia di innovazione medica.

Dichiarazione del presidente di Mindray sull’impegno per combattere il COVID-19

Mentre l’epidemia di COVID-19 è ancora una minaccia per la nostra salute, gli operatori sanitari di tutto il mondo combattono una lotta senza sosta contro il virus. Rendiamo omaggio a tutto il personale medico per il coraggioso impegno profuso per salvare la vita dei pazienti e combattere l’epidemia. In qualità di fornitore leader di dispositivi e soluzioni mediche in Cina, Mindray ha avuto un ruolo fondamentale sin dall’inizio dell’epidemia, offrendo costante supporto agli operatori sanitari. A seguito della diffusione globale del virus, siamo intervenuti mettendo in contatto esperti medici internazionali e fornendo trattamenti mirati con prodotti e servizi avanzati, oltre a preziose consulenze mediche. 

Mettiamo sempre le esigenze dei clienti al primo posto. Per offrire le soluzioni più personalizzate per affrontare il COVID-19, abbiamo lavorato a stretto contatto con gli operatori sanitari di tutto il mondo ed abbiamo identificato i punti critici nelle diverse aree geografiche. Nonostante l’elevato volume di richieste, le condizioni di traffico instabili ed i pericoli legati alla situazione, i nostri tecnici dell’assistenza sul campo hanno aderito a rigidi protocolli offrendo supporto tempestivo e affidabile ai fornitori di servizi sanitari. I nostri prodotti multifunzionali e di facile utilizzo per sistemi di monitoraggio del paziente e supporto vitale, diagnostica per immagini e diagnostica in vitro sono completamente equipaggiati per garantire un’assistenza medica di precisione a un gran numero di pazienti in spazi ospedalieri limitati. Inoltre la nostra soluzione IT e le nostre guide cliniche online garantiscono che gli operatori sanitari possano trattare i pazienti in modo adeguato senza contrarre il virus. Il nostro programma di webinar, in cui abbiamo invitato esperti cinesi a condividere la propria esperienza nel trattamento dei pazienti con COVID-19 con i professionisti del settore sanitario di tutto il mondo, funge da preziosa piattaforma per lo scambio di conoscenze. Ci proponiamo di esplorare ulteriori possibilità di sostenere i pazienti e gli operatori sanitari che stanno combattendo il virus. 

Ci stiamo impegnando al massimo per incrementare la capacità di produzione. I nostri prodotti medici, tra cui monitor paziente, ventilatori e dispositivi a ultrasuoni, sono fondamentali nella diagnosi e nel trattamento dei pazienti con COVID-19. A fronte del forte incremento della domanda da parte degli operatori sanitari e delle interruzioni della catena di fornitura globale, abbiamo collaborato con i governi ed i fornitori di tutto il mondo per mitigare le carenze e salvaguardare la linea di produzione. I nostri dipendenti del centro di produzione hanno continuato a lavorare anche durante le festività ufficiali e grazie al loro encomiabile impegno siamo riusciti a incrementare la capacità di produzione. Pur sforzandoci di mantenere la continuità aziendale, abbiamo anche adottato rigorose misure igienico-sanitarie per garantire la sicurezza dei nostri prodotti durante l’intero processo di produzione. 

Abbiamo a cuore la salute dei nostri dipendenti. Il nostro successo si basa sulla loro professionalità, efficienza e responsabilità sul lavoro. Per proteggere i nostri dipendenti in tutto il mondo, abbiamo ridotto i viaggi di lavoro, sfruttando invece sistemi di videoconferenza. Abbiamo chiesto agli uffici regionali di seguire le linee guida delle autorità sanitarie locali e di avviare un protocollo per il lavoro da casa. Adesso che la diffusione del virus in Cina sta rallentando, applichiamo misure più rigorose di sterilizzazione e pulizia degli uffici, offriamo maschere chirurgiche da indossare al lavoro, incoraggiamo il distanziamento sociale e monitoriamo la salute dei nostri dipendenti attraverso lo screening della temperatura su base giornaliera. Implementeremo ulteriormente queste misure igieniche negli uffici regionali e forniremo un ambiente di lavoro sicuro per tutti i nostri dipendenti. Grazie alle nostre rigorose linee guida di protezione, siamo molto orgogliosi di annunciare che nessuno dei nostri dipendenti addetti al servizio sul campo è stato contagiato. 

In un momento in cui salvare vite umane è più importante che mai, stiamo facendo del nostro meglio per garantire l’assistenza sanitaria. Ad oggi, abbiamo donato dispositivi per 4,6 milioni di dollari agli ospedali di tutto il mondo. Continueremo a proteggere la salute e la sicurezza dei nostri dipendenti, collaborando con i fornitori di servizi sanitari e fornendo una migliore assistenza ai pazienti in tutto il mondo. Insieme riusciremo a neutralizzare la minaccia della pandemia.

Cordiali saluti,Li XitingPresidente di Mindray

La donazione di Mindray a favore degli ospedali COVID-19 di Wuhan

Mindray annuncia la donazione di dispositivi medici per un valore di 3,14 milioni di USD al Tongji Hospital e allo Union Hospital, affiliati al Tongji Medical College della Huazhong University of Science & Technology di Wuhan, due ospedali designati alla cura dei pazienti gravi affetti da coronavirus. La donazione prevede monitor paziente, sistemi a ultrasuoni e dispositivi per la diagnostica in-vitro di Mindray. I tecnici Mindray sono costantemente impegnati per garantire consegna e installazione puntuali.  

Ad oggi, Mindray ha donato oltre 4,71 milioni di USD in dispositivi medicali alle strutture mediche impegnate nella lotta contro il COVID-19 nella provincia di Hubei. In tutta la Cina, Mindray ha consegnato in totale più di 50.000 unità alle regioni che ne avevano urgente bisogno. 

Arma e protezione nello stesso dispositivo

A Wuhan, le due strutture Tongji Hospital e Union Hospital sono state le prime a fornire un’assistenza sanitaria di qualità e svolgere ricerche mediche sul COVID-19, diventando così due roccaforti di estrema importanza nella battaglia contro questa pandemia. Ad oggi, il Tongji Hospital ha trattato più di 2.000 pazienti con coronavirus in condizioni critiche e ciò gli è valso il titolo di struttura designata ad accogliere i pazienti più gravi in tutta la città. Dall’inizio della diffusione del COVID-19 fino ai primi giorni di febbraio, lo Union Hospital ha trattato più di 70.000 pazienti ambulatoriali, anche tramite visite online. Combinando esperienza e conoscenza, l’ospedale ha inoltre organizzato più di 50 teleconferenze con gli ospedali di altre regioni dell’Hubei per fornire piani di trattamento efficaci, sistematici e avanzati per i pazienti affetti da coronavirus. 

Un operatore sanitario usa il sistema a ultrasuoni Mindray 
Da quando è scoppiata la pandemia in gennaio, Mindray è sempre stato tra i primi a rispondere alle esigenze cliniche, consegnando circa 1.000 unità totali tra monitor paziente, defibrillatori, macchinari per l’anestesia, sistemi a ultrasuoni POC e altri dispositivi medici al Tongji Hospital. Questi dispositivi sono diventati sia l’arma per combattere il coronavirus, sia la protezione per gli operatori sanitari. Questa volta, Mindray ha deciso di donare dispositivi medicali per un valore totale di 1,57 milioni di USD al Tongji Hospital. Tali dispositivi comprendono defibrillatori, monitor paziente, AED, sistemi a ultrasuoni di teleconsulenza, sistemi a ultrasuoni di fascia alta, analizzatori ematologici automatizzati PCR e linee di analisi, che verranno tutti installati molto presto. 

Parte dei sistemi a ultrasuoni di Mindray donati al Tongji Hospital di Wuhan
La zona appena rinnovata dello Union Hospital dedicata ai pazienti con COVID-19 ospiterà dispositivi medicali donati da Mindray per un valore di 1,57 milioni di USD. Tali dispositivi comprendono workstation per anestesia, monitor paziente, sistemi a ultrasuoni di teleconsulenza, sistemi a ultrasuoni di fascia alta, sistemi a ultrasuoni portatili, analizzatori ematologici automatizzati PCR e linee di analisi. 

Parte dei macchinari per l’anestesia donati allo Union Hospital di Wuhan 

Parte dei sistemi a ultrasuoni Mindray donati allo Union Hospital di Wuhan 
Mindray è disposto a fare ulteriori donazioni e sarà sempre impegnato a offrire prodotti di alta qualità a tutte le regioni. Crediamo fermamente che insieme riusciremo a controllare presto questa pandemia. Se uniamo le forze, noi tutti possiamo vincere la battaglia contro questo nemico comune.

Mindray presenta le sue soluzioni innovative complete a MEDICA 2019

Garantire sicurezza e privacy ai pazienti di terapia intensiva è possibile? Come?
In che modo gli ultrasuoni possono offrire diagnosi cliniche migliorate?
Quale partner medicale affidabile ha scelto la regione francese di Bordeaux?

All’edizione di MEDICA di quest’anno, Mindray presenta la propria gamma completa di soluzioni innovative, insieme ad emozionanti esperienze di alcuni clienti raccontate tramite video. Mindray desidera condividere con tutto il suo pubblico tre semplici parole. Vediamo: potrebbe trattarsi di “Noi vi amiamo”. Quali altre parole potrebbero essere? Andiamo a scoprirlo insieme!

Allo stand, le soluzioni di monitoraggio pazienti e salvavita sorprendono, grazie all’ampia gamma di prodotti offerti, tra cui monitor paziente, ventilatori, macchinari per l’anestesia e defibrillatori, pompe per infusione e varie attrezzature chirurgiche. Le soluzioni PMLS forniscono un supporto alla sicurezza dei pazienti in diversi ambienti clinici, come la terapia intensiva, la sala operatoria e il pronto soccorso.

Consideriamo la terapia intensiva: in questo reparto, gli operatori sanitari lottano ogni giorno per garantire ai pazienti le cure ottimali proteggendo, al contempo, la loro privacy. Uno dei casi esemplari è il Sunderland Royal Hospital, l’ospedale locale più grande e prestigioso dell’Inghilterra nord-orientale. In questa struttura, il personale infermieristico di terapia intensiva deve evitare il più possibile di entrare nelle stanze, al fine di ridurre il rischio di trasmissione crociata delle infezioni. La parete del reparto è pertanto progettata con uno speciale vetro elettronico, dal pavimento al soffitto, che consente agli infermieri di controllare lo stato del paziente dal corridoio, accedendo alla camera solo quando strettamente necessario. Una qualità davvero considerevole di questa parete è che il vetro può diventare opaco, per proteggere la privacy del paziente.

Soluzione BeneVision di Mindray al Sunderland Hospital.
Il monitor paziente BeneVision N22 avanzato di Mindray fornisce una visualizzazione chiara e nitida, con colori ben definiti, in modo da rendere le cifre e i simboli sul monitor ben leggibili dal corridoio anche quando il vetro viene opacizzato. Insieme alla soluzione IT connessa, BeneVision N22 allerta gli operatori sanitari in qualsiasi momento e luogo. Ecco come siamo riusciti a garantire sicurezza e privacy.

Il monitor paziente BeneVision N22, intelligente e girevole, consente di vedere di più in tutta semplicità.
La soluzione Mindray di punta per il monitoraggio dei pazienti non è presente solo al Royal Sunderland, ma anche in molti altri prestigiosi ospedali. La struttura inglese Basildon and Thurrock Hospitals, ad esempio, utilizza il monitor paziente mobile più compatto al mondo, il BeneVision N1, per offrire una sicurezza ottimizzata grazie alla visibilità continua dei dati durante tutto l’iter medico del paziente. Questo monitor tascabile multiparametro raccoglie tutte le informazioni dei pazienti: dalla preospedalizzazione al pronto soccorso, passando per la sala operatoria, la terapia intensiva e altri reparti generici, anche durante gli spostamenti extra ospedalieri.

La funzione plug and play di BeneVision N1 lo rende facilmente trasportabile.
E non è finita qui: parliamo ora dell’AED BeneHeart C Series, appena lanciato sul mercato. Con questo dispositivo, Mindray ha compiuto il primo passo nel settore di fornitura di dispositivi medici pubblici.

BeneHeart C Series, il nuovo AED firmato Mindray.
Il nuovo AED consente di erogare la prima scarica in meno di 8 secondi: nessun altro dispositivo AED sul mercato è così veloce. BeneHeart C Series include l’esclusiva tecnologia ResQNavi per assistere gli utenti durante le procedure di soccorso, con addestramento animato e suggerimenti vocali per ogni passaggio. In questo modo, gli operatori si sentiranno più sicuri durante le procedure di soccorso. Mindray mette la sua affidabile tecnologia medica a disposizione di tutti, che si tratti di studenti, viaggiatori nelle stazioni della metro o negli aeroporti, avventori dei centri commerciali o lavoratori.

Progettata principalmente per l’assistenza subintensiva, la serie ePM è estremamente intuitiva e presenta la maggior parte di funzioni accessibile con un solo passaggio.

La Workstation per anestesia A7 avanzata offre diverse funzioni smart per aiutare gli anestesisti a prevedere, individuare e intervenire in modo più semplice in caso di rischi per la salute dei pazienti.

Il pluripremiato ventilatore SV800 di fascia alta è facilmente riconoscibile grazie al suo design intuitivo dell’interfaccia utente, che ottimizza l’efficienza nella terapia intensiva.

Con l’innovativa Multi-patch Superposition Technology (MPST) e la funzione iRelax, la Serie HyLED X è concepita per ottimizzare l’illuminazione chirurgica e proteggere gli occhi del chirurgo.

La Serie BeneFusion 5 di Mindray ridefinisce il concetto SAFE, sinonimo di sistema intelligente, infusione precisa, design intuitivo e connessione semplice.

Il sistema di telecamere endoscopiche HD3 offre immagini di qualità eccezionale con sensore CMOS a 3 chip, lente ottica premium, software di ottimizzazione in tempo reale e schermo Full HD.

Le novità innovative del settore IVD firmate Mindray, tra cui la comprovata linea di analisi cellulare CAL 6000 e il sistema di analisi immunologica in chemiluminescenza CL-900i, hanno decisamente stupito molte persone in occasione del MEDICA. Le soluzioni di laboratorio innovative, affidabili, di qualità e accessibili di Mindray garantiscono i massimi standard e offrono test assolutamente affidabili, per poter prendere decisioni cliniche migliori.

Prendiamo come esempio il Centre Hospitalier de Libourne, situato nella regione di Bordeaux, Francia. Come è vero che gli amanti del vino di tutto il mondo riconoscono l’indiscussa qualità del Bordeaux, gli abitanti di questa regione riconoscono, invece, la qualità del Centre Hospitalier de Libourne per l’elevato standard dei servizi offerti. Nell’impegno congiunto di ottimizzare ulteriormente la sanità della regione, le linee di analisi cellulare Mindray consentono al laboratorio del CHL di fornire risultati ancora più efficienti e affidabili ai propri pazienti. Mindray sta, di fatto, contribuendo ad aumentare la fiducia tra gli operatori sanitari e i pazienti nella regione di Bordeaux e non solo.

Grazie alla tecnologia e alla piattaforma di analisi di fascia alta di CAL 6000 da tavolo, l’automazione ematologica è alla portata di tutti.

Essendo uno dei sistemi di analisi immunologica in chemiluminescenza automatizzati più piccoli al mondo, CL-900i garantisce prestazioni costanti e rapidità.

Il pubblico ha ampiamente apprezzato anche le soluzioni a ultrasuoni di Mindray. Con una vasta gamma di soluzioni intelligenti dedicate a diverse applicazioni, tra cui radiologia, ginecologia/ostetricia, cardiologia e point-of-care, Mindray crede fermamente di poter ottimizzare in modo significativo l’affidabilità diagnostica dei medici. 

Il primo giorno dell’evento, presso lo stand, si è svolta la cerimonia di pre-lancio di MX/ME. Questo sistema a ultrasuoni portatile di ultima generazione offre prestazioni straordinarie, destinate ad aumentare ulteriormente l’affidabilità. Tutti i visitatori si sono dimostrati piuttosto interessati a scoprire di più durante il lancio ufficiale del prodotto, nel futuro prossimo.

Cerimonia di pre-lancio del nuovo sistema a ultrasuoni portatile MX/ME di Mindray.
Un altro emozionante episodio condiviso allo stand racconta come le tecnologie a ultrasuoni Mindray hanno trovato applicazione presso Independent Vascular Services (IVS), un’azienda indipendente che fornisce servizi clinici e di ecografia vascolare per il Servizio sanitario nazionale del Regno Unito (NHS). IVS ha avviato una collaborazione con l’Università di Manchester su prevenzione e trattamento delle patologie vascolari. Insieme, i ricercatori hanno scoperto un modo innovativo per rilevare e diagnosticare le patologie in fase precoce, che si affida quasi completamente all’imaging con informazioni precise. Grazie alla tecnologia V Flow, gli ultrasuoni Mindray sono ora in grado di mostrare in modo preciso l’entità della velocità e la direzione delle cellule del sangue nell’arteria, vena o vaso scansionato. Quando un medico riesce a diagnosticare una patologia in fase precoce, risulta nettamente più affidabile.

Grazie alla ZONE Sonography Technology, la Sound Touch Elastography in tempo reale di Resona 7 contribuisce a diagnosticare lesioni sospette con più sicurezza.

Touch Screen Ultrasound System TE7, soluzione dedicata ai pionieri dell’assistenza medica.

X-Insight Family è una soluzione completa che offre una qualità migliore, elevata efficienza e immagini altamente precise.
Sicurezza, fiducia e affidabilità. Queste tre semplici parole riflettono la dedizione di Mindray nel condividere con il mondo tecnologie mediche migliori e più accessibili. Mindray ha partecipato attivamente a ogni edizione di MEDICA e comprende il reale valore offerto da questa opportunità di presentare le proprie novità in occasione dell’evento medicale più grande del mondo.

Nel 2020 Mindray festeggerà il ventesimo anno in cui partecipa a MEDICA. Cosa avrà in serbo? Non vediamo l’ora di scoprirlo! Ci vediamo il prossimo anno presso MEDICA.